Il certificato come sevizia. L'igiene pubblica tra irrazionalità e irrilevanza

Il certificato come sevizia. L'igiene pubblica tra irrazionalità e irrilevanza
In commercio dal:
1 gennaio 2001
Pagine:
168 p., Brossura
Editore:
Categorie:
EAN:
9788884200280
Anno edizione:
Autore:
Molti dei certificati sanitari richiesti ai cittadini italiani non hanno alcun significato sanitario. Spesso non certificano nulla di certificabile; e costringono il medico che li rilascia ad illazioni, previsioni, predizioni e ad un esercizio della prognostica che si rivela molto prossimo alla divinazione. La possibilità che un certificato si approssimi alla realtà è remota; la sua efficacia è generalmente nulla; il suo scopo è la trasformazione del facile nel difficile tramite l'inutile. Questo libro smonta la pretesa "scientificità" di certificati, autorizzazioni, pareri sanitari la selva intricata delle regolette e rivela quel che c'è sotto: la pretesa della burocrazia statale di provvedere, per imposizione, alla regolata condotta dei "sudditi", giusti i dettami della "polizia medica" di settecentesca memoria